A6- A21 Asti-Cuneo (anno:2001)

Progetto esecutivo delle nuove opere approvate in ass. al 57%.

Lavori di costruzione del collegamento stradale A6- A21 (Asti -Cuneo). Tronco 2- A21 (Asti Est) - A6 (Marene) Lotto 7 Diga ENEL -Cherasco. (Importi dei lavori, classi e categorie corrispondono al 57% dell'importo totale). Le principali opere d'arte del lotto sono:

La tipologia strutturale a conci prevista per il ponte Tanaro e per il Ponte Stura deriva dalla necessità di rispondere alle prescrizioni regionali connesse alla opportunità di inserire campate di grande luce (100 m) in attraversamento dei fiumi Tanaro e Stura.

Questa soluzione ha consentito collocare 2 pile all'estremità dell'alveo di magra in entrambe le opere. Inoltre le campate in alveo rispondono, con la loro forma leggermente arcuata, ad una precisa richiesta della soprintendenza ai Beni Ambientali ed Architettonici di Torino. La precompressione è a cavi post tesi ancorati a lesene all'interno della sezione, per il sostegno provvisorio dei conci vengono utilizzate barre Dywidag, il varo è previsto su appoggi provvisori fino alla realizzazione dello schema statico di trave continua su più appoggi con solo due giunti per tutta la lunghezza delle strutture. Per le opere di fondazione per pile e spalle si sono adottati pali del diametro di 1500 mm. Per il sovrappasso della ferrovia Bra-Ceva data la modesta luce si è prevista una struttura struttura a travi isostatiche, collegate tra loro tramite la soletta ed i traversi di testata e di campata (necessari per normativa Ferroviaria); le fondazioni sono indirette su pali da 1.500 mm. Il ponte Tanaro 4 è costituito da due carreggiate indipendenti composte ognuna da due corsie di 3.75 m, una banchina di sinistra di 0.70 m e una banchina di destra di 3.00 m che portano la larghezza complessiva dell'impalcato a 12.60 m. L'impalcato risulta costituito da 15 campate; partendo dalla spalla in sinistra idraulica (SP1) la prima campata presenta una luce pari a 28.70 m cui seguono otto campate di luce 50.00 m, una campata di raccordo da 65.10 m, 4 campate da 100.00 m per finire con una campata terminale in corrispondenza della spalla in destra idraulica (SP2) che presenta una luce pari a 53.82 m. Complessivamente risulta una lunghezza totale di impalcato (interasse appoggi spalle) pari a 947.62 m per ognuna delle due carreggiate. La variabilità di luci consente il superamento dell’alveo del fiume Tanaro con le maggiori campate da 100 m, mentre l’area golenale in sinistra idraulica è superata con luci inferiori (50 m). Il ponte Stura di Demonte è costituito da una singola carreggiata composta da due corsie di 3.75 m e due banchine laterali di 1.5 m. Ai margini delle banchine la sede stradale comprende ulteriori 0.7 m che portano la larghezza complessiva dell’impalcato a 11.90 m. L’impalcato risulta costituito da 5 campate; partendo dalla spalla in destra idraulica la prima campata presenta una luce pari a 60.46 m cui seguono tre campate di luce 100 m, per finire con la campata terminale in corrispondenza della spalla in sinistra idraulica (SP2) che presenta una luce pari a 60.46 m. Complessivamente risulta una lunghezza totale di impalcato (interasse appoggi spalle) pari a 420.92 m. Tale variabilità di luci consente il superamento dell’alveo del torrente Stura con le maggiori campate da 100 m. Il sistema costruttivo adottato per l'impalcato è quello a conci prefabbricati coniugati, congiunti in avanzamento a partire dalla pila. Le principali fasi di costruzione risultano le seguenti: